Longines FEI World Cup Verona

Longines once again is the protagonist of the 118 ͣ  edition of Fiera Cavalli from 10 to 13 November 2016. Thanks to the sponsorship agreement signed between Longines and FEI (the International Equestrian Federation), the Swiss watchmaking brand is the Title Partner and Official Timekeeper of Jumping Verona, for the only Italian leg of the most important indoor circuit of international show jumping, the Longines FEI World Cup. Verona is the fourth leg of the Western Europe League.
Longines’ passion for equestrian sport dates back to 1878 with the production of a chronograph bearing the engraving of a jockey and his horse. The continued commitment of the brand into horse riding, is once again demonstrated by the significant investment of Longines in the development, in cooperation with the FEI, of timing and management of advanced data services, and related technology, specific for equestrian sports. The development of these services relates multimedia applications, the giant screens, display boards and tv broadcasting of the FEI events worldwide. Furthermore, to cheer the guests of the fair, was exepcionally places the Longines Carousel, a free ride for all the kids who wanted to get closer to the horse world and receive a souvenir instant photo shot.

Longines torna protagonista della 118 ͣ edizione di Fiera Cavalli dal 10 al 13 novembre 2016. Grazie all’accordo di sponsorizzazione siglato tra Longines e la FEI (Federazione Equestre Internazionale), il brand orologiero svizzero è Title Partner e Cronometrista Ufficiale di Jumping Verona, per l’unica tappa italiana del più importante circuito indoor di salto ostacoli internazionale, la Longines FEI World Cup. Verona è la quarta tappa del girone Europa Occidentale.
La passione di Longines per gli sport equestri risale al 1878 con la produzione di un cronografo recante l’incisione di un fantino e del suo cavallo. Il continuo impegno del brand verso l’equitazione, è ancora una volta testimoniato dal significativo investimento di Longines nello sviluppo,  in collaborazione con la FEI, dei servizi di cronometraggio e gestione di dati all’avanguardia, nonché della relativa tecnologia, specifici per gli sport equestri. Lo sviluppo di questi servizi riguarda le applicazioni multimediali, i maxischermi, i tabelloni e le trasmissioni radiotelevisive nell’ambito della presentazione degli eventi FEI in tutto il mondo. Inoltre, ad allietare gli ospiti di Fiera Cavalli c’è stato eccezionalmente il Carosello Longines, una giostra gratuita per tutti i bambini che desideravano avvicinarsi al mondo del cavallo e ricevere in ricordo una fotografia istantanea.

The highlight classes of Saturday were the the Small Grand Prix BMW 1.55 with jump off, won by the French Penelope Leprevost riding Flora de Mariposa who finished with a double clear round at the jump-off in a time of 36.40 seconds. Second place went to Ireland with Billy Twomey on Diaghilev and third place for the  Italian Lorenzo De Luca with Armitages Boy (72.63). Here is the complete ranking Longines timing.
The 1.45 / 1.50 speed and handiness presented by Cavalleria Toscana saw an entire Italian podium. Won by Juan Carlos Garcia on Moka de Mescam (63.74), followed by Mirco Casadei on Flickfox (64.95) and third place for Gianni Govoni with Larbraker (65,02). Here is the complete ranking Longines timing.

La giornata di sabato ha visto come categorie clou, il Piccolo Gran Premio BMW 1.55 a barrage, vinto dall’amazzone francese Penelope Leprevost in sella a Flora de Mariposa che ha chiuso con un doppio zera al barrage nel tempo di 36,40 secondi. Secondo posto per l’irlanda con Billy Twomey su Diaghilev e terza piazza per l’aviere scelto italiano Lorenzo De Luca con Armitages Boy (72,63). Qui la classifica completa Longines timingLa 1.45/1.50 a velocità e punti, presentata da Cavalleria Toscana ha visto un podio tutto italiano. Vinta dal cavaliere Juan Carlos Garcia su Moka de Mescam (63,74), seguito da Mirco Casadei su Flickfox (64,95) e terza posizione sul podio per Gianni Govoni con Larbraker (65,02). Qui la classifica completa Longines timing.

And concluded in the evening with the spectacular Gala d’Oro always into the World Cup arena.
Per poi concludere in serata con lo spettacolare Gala d’Oro sempre nel campo della Coppa del Mondo di salto ostacoli.

Sunday was the closing day of the event and the most important, as it hosted the Longines FEI World Cup. At the start of the first round of the Grand Prix of CSIW5* 37 riders ready to face the track prepared by the chef de piste Uliano Vezzani: 13 fences, 16 jumps total, height 1 meter 60, of which thanks to Longines I was able to make the reconnaissance with explanation jump to jump. Only 13 of the riders at the start were then able to pass free from penalty at the first manche and have access to the jump off. Among them two italians Emilio Bicocchi and Gianni Govoni. Into the jump off the Egyptian Abdel Said, riding his Hope van Scherpen Donder, was the author of a surprising evidence for technical quality and speed. No penalty and time blocked at the fastest time of 37.96 seconds. Even the second in the final standings, French rider Simon Delestre, winner of the Grand Prix last year in Verona and current No. 2 in the Longines World Ranking, has remedied a gap of almost 2 seconds with Chesall Zimequest (39.62 seconds). Even more detached the Swiss Martin Fuchs with Clooney, third without penalty, but with a time of 40.62 seconds. Last clear round in the jump off to the Swede Douglas Lindelöw on Zacramento, fourth with 41.89. The first italian air force athlete Emilio Bicocchi with Ares closed the barrage with a fallen and clock at 40.56 seconds. Also a fault for Gianni Govoni, 10° with Antonio (41.74). Here is the complete ranking Longines timing.

La giornata di domenica è stata la giornata di chiusura della manifestazione e la più importante, poichè ha ospitato la Longines FEI World CupAl via del percorso base del Gran Premio del CSIW5*  37 binomi pronti ad affrontare il tracciato predisposto dallo chef de piste Uliano Vezzani: 13 ostacoli, 16 salti complessivi, altezza 1 metro e 60, di cui grazie a Longines mi è stato possibile farne la ricognizione con spiegazione salto per salto. Solo 13 dei cavalieri al nastro di partenza sono stati poi in grado di superare indenni da penalità il percorso base e avere accesso al barrage. Tra loro due azzurri Emilio Bicocchi e Gianni GovoniNel barrage l’egiziano Abdel Said, in sella alla sua Hope van Scherpen Donder, è stato autore di una prova sorprendente per qualità tecnica e velocità. Nessuna penalità agli ostacoli e cronometro bloccato sull’inavvicinabile tempo di 37.96 secondi. Persino il secondo della classifica finale, il francese Simone Delestre, vincitore del Gran Premio veronese dello scorso anno e attuale n°2 della Longines Ranking Mondiale, ha rimediato un distacco di quasi 2 secondi con Chesall Zimequest (39.62 secondi). Ancora più distaccato l’elvetico Martin Fuchs con Clooney, terzi senza penalità ma con un tempo di 40.62 secondi. Ultimo percorso netto del barrage quello dello svedese Douglas Lindelöw e Zacramento, quarti con 41.89. Primo degli azzurri il portacolori dell’aereonautica, Emilio Bicocchi su Ares che ha chiuso il barrage con un ostacolo abbattuto e cronometro a 40.56 secondi. Un errore anche per Gianni Govoni, 10° con Antonio (41.74). Qui la classifica completa Longines timing.

Abdel Said - Longines FEI World Verona Cup Grand Prix

Abdel Said – Longines FEI World Verona Cup Grand Prix

Press conference – Abdel Said won Grand Prix Longines FEI World Cup Verona

The event was also the perfect opportunity to present the Official Watch, a new model of the Longines DolceVita collection. The timepiece, with steel case, performs a crown in solid rose gold and features a silver dial “flinqué” interrupted by painted Roman numerals and an hourglass in pink gold. The watch is available with stainless steel bracelet and coiffe rose gold.

L’evento inoltre è stato l’occasione perfetta per presentare l’Orologio Ufficiale della manifestazione, un nuovo modello della collezione Longines DolceVita. Il segnatempo, con cassa in acciaio, esibisce una corona in oro rosa massiccio e presenta un quadrante argenté “flinqué” interrotto da numeri romani dipinti e da una clessidra in oro rosa. L’orologio è proposto con bracciale in acciaio e coiffe in oro rosa.

Longines DolceVita

Abdel Said lives in Europe since he was a guy. He was a pupil of one of the great Dutch riders of the 80s: Emile Henrix. Today, at 27 years of age, has a stable in the countryside in Belgium in Antwerp. It ended the Grand Prix Longines FEI World Cup, final class of Jumping Verona with a result that made history.

My first victory in the World Cup. An indescribable feeling. I’m here in Verona for the second time, and on both occasions I have competed in this wonderful competition thanks to a wild card FEI that I thank for because this way makes it possible for riders who are not among the top places to confront the top of the ranking. In Italy I always find it very good for me and special thanks go also to Eleonora Ottaviani, no event director as she is able to listen to the needs of riders and Uliano Vezzani. When he is the chef de piste which traces the paths is always very good to me … I should always take it with me. Who I am? I live in Belgium since I was 11 years old, I have now 27. At 19 I entered the stables of Jan Tops and at 21 I created my very own,
Abdel Said

Abdel Said vive da quando è ragazzo in Europa. È stato allievo di uno dei grandi cavalieri olandesi degli anni ’80: Emile Henrix. Oggi, a 27 anni d’età, ha una sua scuderia in Belgio nella campagna di Anversa. Ha chiuso il Gran Premio Longines FEI World Cup gara conclusiva di Jumping Verona con un risultato che ha fatto la storia.

La mia prima vittoria in Coppa del Mondo. Una sensazione indescrivibile. Sono qui a Verona per la seconda volta e in entrambe le occasioni ho gareggiato in questo splendido concorso grazie a una wild card della FEI che ringrazio perché in questo modo da la possibilità a cavalieri che non sono tra i primissimi posti a confrontarsi con i top del ranking. In Italia mi trovo sempre molto bene e un grazie particolare va pure a Eleonora Ottaviani, nessun Event Director come lei è capace di ascoltare le esigenze dei cavalieri e a Uliano Vezzani. Quando è lui lo chef de piste che traccia i percorsi mi va sempre molto bene… dovrei portarlo sempre con me. Chi sono? Vivo in Belgio da quando avevo 11 anni, oggi ne ho 27. A 19 anni sono entrato nella scuderia di Jan Tops e a 21 ne ho creato una tutta mia.
Abdel Said

Gaia Vincenzi Sebastiano Ringozzi Longines FEI World Cup Verona

Gaia Vincenzi and Sebastiano Ringozzi – Longines VIP Lounge, Longines FEI World Cup Verona

Gaia Vincenzi Longines FEI World Verona Fiera Cavalli

Gaia Vincenzi – Longines FEI World Cup Verona

Gaia Vincenzi Longines FEI World Verona Fiera Cavalli

Gaia Vincenzi – Longines FEI World Cup Verona

my Longines Conquest with diamonds

Thanks Longines for having me again and let me live my sport from inside the world’s best level ever.

Grazie Longines per avermi ospitato ancora una volta e per permettermi di vivere il mio sport da dentro il miglior livello mondiale di sempre.

Longines FEI World Cup,  Verona 10-13th November 2016
some photos credit to JumpingVerona/Stefano Grasso and Davide Mombelli

 

Leave a comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s